Periodico di cultura fondato a Palermo nel 1901

Giochi di parole (2/2)
Palindromi e ambigrammi

Articolo inserito da il
1.108 letture, nessun commento

Stampa
di NICOLETTA MARE*

arcimboldi 3Nella prima parte dell’articolo sui palindromi abbiamo esaminato il meccanismo di lettura a rovescio, cioè da destra a sinistra oltre che da sinistra a destra, applicato alle singole lettere che compongono alcune parole (poche) e frasi (costruite con opportune tecniche) che con tale lettura rimangono invariate; abbiamo parlato cioè del palindromo letterale.

Tale inversione di lettura, oltre che sulle lettere, può eseguirsi sulle sillabe di alcune parole e frasi dando luogo al palindromo sillabico. In esso, possiamo leggere al contrario le sillabe che compongono la parola senza alterarne il significato, come nei seguenti  casi:

        LE-TA-LE ;    MA-REM-MA;   NE-RO-NE;

         VE-STI-E-STI-VE;     STRA-DE-A-DE-STRA

Anche il “bifronte” esaminato nella prima parte dell’articolo può essere sillabico, cioè le sillabe di una parola o frase se lette in un senso hanno un significato, le stesse se lette in senso inverso ne assumono un altro come ad esempio:

TO-STA / STA-TO;     LA-CO-NI-CA / CA-NI-CO-LA;

CO-OR-DI-NA-TA / TA-NA-DI-OR-CO

Otre al palindromo letterale e quello sillabico si può trovare pure il palindromo di parole: in questo caso la frase rimane sempre la stessa anche se leggiamo le singole parole nei due sensi. Ecco alcuni  esempi di fornitici da Ernesto Neri:

  FECI  DELLE ANALISI DELLE FECI

   PORTA LA SBARRA E SBARRA LA PORTA

  COLORO CHE CERCHI DISEGNANO CERCHI CHE COLORO

Anche tra i numeri esistono dei palindromi, ciò accade quando essi rimangono invariati leggendoli  al contrario. Così ad esempio: 121;  1991;  10601;  1234321, ecc, ecc.

Il 1991 è stato un anno palindromo così come il 2002; il prossimo anno palindromo sarà il 2112.

E’ raro trovare due anni palindromi nel corso della propria vita: il 1991 e il 2002, sono stati vissuti  da molti di noi;  un evento simile capiterà soltanto a chi si troverà a vivere nel 2992 ed undici anni dopo, nel 3003.

Più frequenti sono invece le date palindrome espresse in giorno, mese ed anno (gg-mm-aa):

10 febbraio 2001  –  10/02/2001        10022001 numero palindromo

20 febbraio 2002  –  20/02/2002         20022002             “”

21 febbraio 2012  –  21/02/2012        21022012                “”

La prossima data palindroma espressa in tale formato sarà il 22/02/2022.

Il 29 febbraio 2092 (29022092) sarà l’unico bisestile palindromo nel formato gg-mm-aa.

LatercoloTroviamo palindromi anche sotto forma di  “Quadrati”  uno dei più antichi e famosi è il “quadrato di Sator” su cui ci soffermiamo in modo molto sintetico,  qui di seguito.

Lo si ritrova in modo ricorrente in molti siti archeologici, (il più antico risale al 79 dC.) ed è un’iscrizione formata da cinque parole latine:

SATOR AREPO TENET OPERA ROTAS

Tale frase letta così, in forma lineare, risulta palindroma essendo leggibile nei due sensi. Se invece guardiamo le parole della frase una sotto l’altra, così come si presenta nei  tantissimi ritrovamenti, vediamo un quadrato perfetto di cinque parole di cinque lettere ciascuna:

 S       A        T      O       R

A       R        E      P       O

T       E        N      E       T

O      P         E      R       A

R      O        T      A        S

L’intera frase, così disposta, assume la particolarità di essere letta in 4 direzioni diverse, cioè da sinistra a destra e viceversa, dall’alto in basso e viceversa, risultando sempre identica, quindi palindroma. Inoltre le parole “SATOR” e “ROTAS” appaiono bifronti così come le parole “AREPO” e “OPERA”, mentre la parola “TENET”, che si ripete in orizzontale e verticale è palindroma e forma una sorta di croce su una “N” comune alle due parole al centro del “quadrato “ quasi ad indicarne la sacralità che alcune ipotesi interpretative hanno voluto vedere.

Il “quadrato di Sator” è considerato “magico” per la sua particolare perfetta struttura, e il suo significato simbolico è da sempre oggetto di studi e di interpretazioni diverse.

Anche la forma grafica può essere rappresentata  come palindromo.

GAETANO800x800 (1)E’ questo il caso dell’Ambigramma che viene considerato come una sorta di palindromo visivo. Il termine è un neologismo che indica una parola o frase o disegno che è leggibile in due o più modi variandone l’orientamento visivo attraverso rotazioni, ribaltamenti o inversioni a specchio.

Generalmente le letture sono due e si effettuano eseguendo una rotazione di 180°, capovolgendo cioè lo scritto. illuminatiL’ambigramma si distingue  nettamente dai giochi di parole esaminati in quanto anche se formato da parole è un elaborato gioco grafico e non lessicale come palindromi e bifronti. E’quasi in’illusione ottica  spesso usata nel campo della grafica pubblicitaria. Per la sua costruzione è richiesta creatività, pratica nel disegno e fantasia che è necessaria, alcune volte, anche per riuscire a leggerlo.

La prima lettura degli ambigrammi sopra illustrati è d’impatto immediato ma se proviamo a capovolgere le forme grafiche sopra segnate ci accorgiamo che c’è una seconda e, in questi casi, identica leggibilità.

arcimboldi 4Rimanendo in campo visivo, a proposito di doppia leggibilità, ci piace ricordare le “teste reversibili” del pittore Giuseppe Arcimboldi, come quel vaso ripieno di ortaggi che, capovolto, ci presenta un buffo signore con cappello.

Tutti i giochi di parole, quali essi siano (anagrammi, palindromi , bifronti ed altri), che la lingua italiana, con le opportune manipolazioni, ci consente di fare sono utili a divertirci, a farci rilassare e sorridere e soprattutto sono adatti per qualunque fascia di età.

**********

Come scrivevo nel mio manualetto, relativo agli anagrammi, chiunque potrà, se crede,  dilettarsi in modo semplice ed economico in questo campo. E’ sufficiente disporre di un foglio di carta, una matita, una gomma e un po’ di tempo  per cimentarsi gradatamente anche nella stesura dei palindromi.

*Nicoletta Mare.– Amante dei giochi enigmistici, già collaboratrice della pagina dedicata su IL BANDOLO, prima che divenisse un periodico web ed autrice del manualetto “Anagrammi di…versi ” che ha destato l’attenzione della Biblioteca Enigmistica italiana (BEI G.Panini) e della rivista La Sibilla. Bandolo.it ha parlato del libro durante l’anno passato, il 31 marzo in occasione della sua presentazione, il 19 aprile con recensione critica di Claudio S. Gnoffo e il 14 gennaio u.s. con recensione critica di Antonino Schiera. 


Redazione
Biografia


'Giochi di parole (2/2)' non ha commenti

Commenta per primo!

Vuoi scrivere cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


L'editoriale è firmato da: Consiglio

Amministrazione