Periodico di cultura fondato a Palermo nel 1901

MAGIE AUTUNNALI
una pennellata poetica

Articolo inserito da il
43 letture, nessun commento

Stampa
di TURIDDU SANNA ©

Una angolo di Palermo autunnale immortalato dal pennello di Michele Catti

Una angolo di Palermo autunnale immortalato dal pennello di Michele Catti

Una mirabile pace, dopo le tempeste, si è diffusa su quest’angolo di mondo. Tepore, serenità, calma interrotta solo da qualche debole e breve soffio di vento che fa graziosamente rotolare, per poco, le tante foglie cadute; qualcuna, anche, ne distacca dagli alberi, la fa morire, ma come per gioco. La foglia volteggia come lusingata dalla scelta e poi giace contenta.

Certo nulla vi è di truce in quest’ora, ma tutto è idillio… e la morte si chiama, semplicemente, transito.

La luce ramata dei più benevoli giorni d’autunno (che già, mentre scrivo, declina e illanguidisce) inonda placida il paesaggio. Non abbaglia, questa luce soave, non è quella dell’Oltremondo Felice, eterna, estasiante, beatifica ma ci conforta, ci rasserena; ci parla  – blanda com’è e carezzevole – di amicizia, di tranquilli affetti, di giorni e ore grate, di dolcezze terrene che la certezza del transito rende più care.

Tornerà l’afflizione? Ci rivisiterà la tempesta? E’ certo; ma non potranno regnare per sempre. E nuovamente l’Autunno potrà sorriderci, bagnando le nostre pupille e le nostre anime di luce dorata e piena d’amore.

 


Redazione
Biografia


'MAGIE AUTUNNALI' non ha commenti

Commenta per primo!

Vuoi scrivere cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


L'editoriale è firmato da: Consiglio

Amministrazione