Periodico di cultura fondato a Palermo nel 1901

Scarafaggi maculati
Intrigante romanzo di Nonuccio Anselmo

Articolo inserito da il
998 letture, 1 commento

Stampa

Circa l’autore: Trattasi di Nonuccio Anselmo, giornalista di razza che ha dedicato – credendoci con generosità – più di quantant’anni della propria esistenza alla attività professionale nel quotidiano maggiore dell’isola, da invitato periferico a capo servizio, da redattore a responsabile, capo di tutta la redazione, e ciò dal 1971. Contemporaneamente, l’Anselmo, molto legato al proprio paese d’origine, Corleone, ha indirizzato il suo talento alla ricerca storica connotandosi oggi in modo definitivo e senza epigoni come ricercatore puntiglioso delle ben note vicende che hanno visto la sua cittadina oggetto dell’attenzione mondiale. Lo abbiamo avvicinato per chiedergli sinteticamente come egli si pone nell’odierno contesto di luoghi comuni che vedono Corleone, prima come capitale della Mafia e poi come capitale dell’Antimafia. Ci ha risposto come speravamo e cioè che la “mentalità” mafiosa non gli appartiene e comunque è sempre esistita una popolazione corleonese dedita correttamente al lavoro, animata da buoni sentimenti, ed è giusto che ciò emerga e si sappia in giro. Egli tenta ( e a nostro giudizio lo fa egregiamente) di essere megafono di quanto vi è di positivo nell’immaginifico corleonese pubblicando ricerche di storia, saggi e romanzi. Fra le prime, “Corleone Novecento” è un opera storica poderosa in 4 volumi. Prima di lui solo Don Giovanni Colletto e il medico- oculista Salvatore Mangano si sono cimentati in senso storico e quest’ultimo soltanto sulle origini del paese.

L'editore Pietro Scaglione, Salvo Toscano, Nonuccio Anselmo in scuro e Filippo d'Arpa.

L’editore Pietro Scaglione, Salvo Toscano, Nonuccio Anselmo in scuro e Filippo d’Arpa.

I saggi, anch’essi prestigiosi spaziano su argomenti sempre territorialmente mirati sebbene i contenuti trattino problematiche sociali. Ricordiamo: “Mezzo millennio di passione”, Kefa LoGiudice, 1976;” “Banda a Corleone, novant’anni, anzi di più”, Italgrafica, 1986; “La terra promessa: vita e morte di Bernardino Verro”, Herbita, 1989; “Corleone, l’identità ritrovata” a cura di Antonio G. Marchese e introduzione di Giuseppe Carlo Marino, F.Angeli 2011; “Corleone, la vecchia” che racconta della vecchia città che raggiunse il suo massimo splendore nel V° sec. a.C. ed era collocata sull’altipiano che sovrasta e domina la contrada, uscirà presto.

Circa l’ evento. Ma oltre alla speculazione storica, e i saggi testè elencati, Nonuccio Anselmo non può sottrarsi di norma, all’estro creativo di scrivere romanzi che, per la loro natura, possono ondeggiare liberamente tra la fantasia e la realtà. Ne ha già pubblicato 4 con ottime case editrici. Sono “Farmacia Bisagna, Ila Palma; I leoni d’0ro, D. Flaccovio 2004; I campieri di Cristo, La Zisa 2009; e Nostalgia della luna, Vittorietti 2011; ad essi si aggiunge “Scarafaggi maculati” edito da Mohicani Edizioni 2015.

Uno scorcio della affollata sala Biotos

Uno scorcio della affollata sala Biotos

Circa il libro.Scarafaggi maculati“. E’ un giallo che si svolge nel 900. Ci sono tanti personaggi che normalmente popolano la vita di un paese e che sono conosciuti da tutti i suoi abitanti. Vi è anche un anonimo “Pasquino” che gode nello “sputtanare” le ipocrite malefatte di qualcuno. C’è molto lavoro da fare per il maresciallo che comanda la locale tenenza dei CC. Lo scarafaggio, si sa, è un insetto repellente, un parassita che vive in ambienti umani che gli garantiscono calore, umidità e cibo abbondante. Ha la capacità di occultarsi nelle fessure più inaccessibili e la difficoltà di eliminarlo lo rende altresì schifoso. Detto ciò e trattandosi di un giallo lasciamo al lettore la possibilità di farsene un’idea esaustiva dopo la sua lettura.

Il volumetto, brossurato con copertina lucida consta di 168 pagine, formato 12×17 ed è distribuito nelle migliori librerie della città oltre che a Corleone. I nostri complimenti giungano da queste colonne anche al giovane editore, Dr.Pietro Scaglione, titolare della Mohicani Edizioni su cui ritorneremo prossimamente.


Redazione
Biografia


'Scarafaggi maculati' ha 1 commento

  1. 23 giugno 2015 @ 12:39 Ettore Gravante

    Parlare di Corleone al di fuori dei luoghi comuni è utile e giova ,specialmente,alle nuove generazioni.
    Un romanzo, dove si raccontano dei fatti che riguardano una cittadina che ha sempre richiamato alla memoria
    le solite immagini che andrebbero offuscate per dare posto a una realtà che denota l’impegno di persone oneste
    e rispettose delle leggi e della convivenza civile .
    Lo scarafaggio rappresenta bene quel mondo sotterraneo, schifoso e vegeto che purtroppo ha infestato per secoli
    la nostra Sicilia. Alla cultura ,alla conoscenza delle arti e della filosofia può essere affidato il compito di sconfiggere l’ignoranza
    e chi se ne avvantaggia. La lettura di questo romanzo, potrebbe essere una importante occasione da non perdere per iniziare………!

    Reply


Vuoi scrivere cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


L'editoriale è firmato da: Consiglio

Amministrazione