Periodico di cultura fondato a Palermo nel 1901

Percorsi dell’Anima
recensione di un'interessante "opera prima"

Articolo inserito da il
3.617 letture, 7 commenti

Stampa
percorsi dell'animadi GIGI CONSIGLIO*

L’opera prima di Antonino Schiera scaturisce inequivocabilmente da un profonda introspezione personale: in ogni pagina, una rivelazione psicologica e criptata del proprio vissuto, un’analisi  condotta asetticamente con precisione chirurgica e con mano sicura in questa silloge che alterna prosa e lirica suddivise in tre parti  diverse e in successione.  “Percorsi  dell’anima” è il titolo del libro ma anche della prima parte di esso. “Sono dei flash improvvisi, una sorta di stop and go che permettono al lettore di gettare una luce improvvisa sul tema trattato”. Così lo Schiera manifesta la propria “creatura” in un passo della sua breve ma esaustiva presentazione che segue la prefazione a firma dell’autorevole Flavia Weisghizzi. Questa, con indiscutibile professionalità, adoperando un lessico mirato e opportuno,  gli riconosce la tensione al sublime – lo Streben della filosofia romantica – temprata dalla sofferenza così che “ sia la propria anima a vergare le parole sul bianco della pagina, a modellare l’inchiostro dei suoi sospiri per farne dono prezioso ai suoi lettori”.  Ciò che appare al lettore è ciò che è. Il pensiero è nitido come l’esposizione fluente, e lo Schiera, dotato di esperienze di vita costruitesi all’ombra  di   due quotidiani,  si mette a nudo con grande sincerità, senza infingimenti o i soliti mezzucci che nell’affollato ambiente dei letterati o presunti tali, si adoperano  per “arruffianarsi” i  fan.antonino SCHIERA

Aforismi e Dediche d’amore sono i titoli delle altre sezioni, pietre miliari, del percorso in cui si sviluppa il volume e che l’autore in una felice metafora, immagina come l’alveo di un corso d’acqua che scorra verso il mare, un fiume carico di sentimenti, di sensazioni, di desideri,di ansie.

Gli aforismi rivelano una saggezza antica e sofferta: “ Amare è un’esperienza meravigliosa, diventa dolorosissima quando questo amore è rivolto alla persona sbagliata” . Ma non pensiate che l’autore sia caratterialmente pessimista o misogino. Egli, col suo lavoro, è perfettamente calato nel quotidiano che gli permette di socializzare e, al prossimo dedica alcuni consigli: “Non permettere alle tue preoccupazioni per il tuo futuro di rovinare il tuo presente” oppure “Non considerare mai i problemi come tali. Piuttosto considerali come un’opportunità per migliorare la capacità di adattamento, la creatività, la flessibilità. I problemi sono fatti per essere superati

Dediche d’amore, infine, è la parte che conclude il libro. Dedicate all’ideale di donna, da esse traspare la purezza dei sentimenti di cui è dotato Antonino Schiera, non ancora cinquantenne. Infatti, compirà mezzo secolo di vita nel marzo del 2016 eppure la sua anima è ancora  quella di un fanciullo denotando la purezza del sentimenti che gli sgorgano dall’intimo: “I sentimenti, ho imparato a lasciarli fluire/ l’immagino come un fiume in piena/…” .

Noi, di norma facciamo gli editori; ogni tanto ci autoprestiamo alla critica, che di norma é “positiva” perchè da “docenti”, quali fummo, riteniamo giusto incoraggiare i neofiti , senza illuderli ma aiutandoli a vedere roseo nella loro vita. Consentiteci quindi si poter dire qualche parola in più. Eccola: Il libro si legge tutto, non annoia probabilmente per l’indovinato mix degli argomenti e spesso, si ha il piacere d’indugiare fra le sue pagine galeotte. Bravo Antonino Schiera…c’è la stoffa, c’è il sarto non manca che proseguire le confezioni del “pret a lire”!

 

Antonino Schiera, Percorsi dell’Anima, Europa edizioni,€11,50 -ISBN989-88-6854-041-8   

*GIGI CONSIGLIO, alias LUIGI Gf. CONSIGLIO, Dottore in Economia, già docente a contratto per “chiara fama ” e per oltre un decennio di Tecniche di Comunicazione giornalistica e Marketing territoriale per i BBCC, al glorioso Istituto Superiore di Giornalismo presso l’Università di Palermo. Vice Presidente del Dipartimento Sicilia ANS-Sociologi. Presidente Ass.Cult no profit Il Bandolo Centro studi e Gruppo editoriale, aderente all’ANCeSCAO di Bologna. Direttore editoriale di questo periodico-web


Redazione
Biografia


'Percorsi dell’Anima' ha 7 commenti

  1. 16 ottobre 2015 @ 8:27 giovanni battista pollina

    Un bellissimo libro scritto da un grande pensatore,lo consiglio a tutti gli amici e ai fan della mia associazione culturale SICILIARUCIRUCI.Ho avuto modo di conoscere Antonino Schiera e di leggere la sua opera,da subito mi è piaciuta la lettura dei testi….di ampio significato.

    Reply

    • 29 ottobre 2015 @ 16:42 Antonino Schiera

      Giovanni ti ringrazio per le tue belle parole che mi incoraggiano ad andare avanti nel mio percorso letterario.

      Reply

  2. 26 novembre 2015 @ 21:51 Carmine Papa

    Amici amatori di scritti intellettuali che provengono dall’immensa fonte dei sentimenti umani, esistono dei Cavalieri designati alla difesa dei valori umani e culturali, ANTONINO SCHIERA, fa parte di loro. Questa sua nascitura culturale vuole essere il suo interiore Vangelo, un composito di sentimenti, emozioni e amore, che si rivela un campione di riferimento dell’essere umano che ama il su prossimo e la VITA. Leggete questa raccolta perchè ne è uno sprone alla bellezza e alla PACE, al RISORGIMENTO dei valori umani, pro PACE-VITA contro GUERRA-MORTE.

    Reply

    • 27 novembre 2015 @ 8:48 Antonino Schiera

      Il tuo commento recensione, Carmine, mi riempe di gioia non solo perché so essere sincero e disinteressato, ma anche perché che sei un fine artista del pennello e della penna. Una persona sensibile ed intelligente che incarna valori e tradizioni di alto livello, cesellati sul prezioso metallo!

      Reply

  3. 27 novembre 2015 @ 21:44 Antonella

    Questo libro nasce dal bisogno dell’autore di ricercare e comprendere il valore della vita nelle diverse sfaccettature come il sentimento, il dolore e la sofferenza. Si denota inoltre, attraverso la lettura dei versi, una profonda sensibilità e generosità dell’ Autore che ci regala piacevoli sensazioni, emozioni e spunti di riflessione. Antonino Schiera invita ad esaltare il nostro percorso di vita in modo introspettivo, creando un contatto diretto con la natura ed un confronto costruttivo con i sentimenti dell’amore e dell’amicizia.

    Reply

  4. 2 gennaio 2016 @ 12:38 Riitta Kaartinen

    In gennaio 2015 a Palermo avevo il piacere di fare la conoscenza di Antonino Schiera. Stavo lì per la vacanza e anche per studiare l’italiano.
    A poco a poco ho letto il libro “Percorsi dell’ Anima” e mi è venuta un’ impressione di una persona molto sensibile e perspicace. Dai versi e aforismi si può vedere che la natura è la sua ispiratrice molto importante. La luna e il mare è una coppia bellissima che mi rappresenta la mentalità siciliana o più esattamente palermitana. Certamente anche il sole, le montagne, la fauna e la flora rivelano l’amore per la sua terra.
    Le dediche d’amore sono delicate e dolce così ogni donna vorrebbe sentire dal suo compagno.
    Più profondamente i pensieri dello scrittore sono universali e indipendenti dalla cultura o del paese detto a modo proprio suo. Mi piacciono molto e li leggo ancora di nuovo e ogni volta mi svelano qualche nuova idea del corso della vita umana.

    Reply

  5. 4 gennaio 2016 @ 11:23 Laura Efrikian

    Il tuo percorso dell’anima fra prosa e poesia e’ veramente come un fiume, un fiume nel quale io mi lascio trasportare senza opporre resistenza, perche’ in un certo senso e’ come se fissi io l’autrice dei tuoi versi e non faccio fatica a lasciarmi andare…e’ normale credo, per chi ami la poesia, sentire all’unisono i tormenti, le gioie, gli innamoramenti e le gioie del cuore del poeta. E questo e’ quello che amo, mentre mi sono più distanti i versi criptati che non sai come decifrare.
    Vai lungo il tuo fiume con certezza e amore, trasporterai nelle tue acque tutti coloro
    che con semplicità amano la poesia e da lei si sentono capiti e rappresentati!

    Reply


Vuoi scrivere cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


L'editoriale è firmato da: Consiglio

Amministrazione